spazio roof

Social

         

Cristina

Ciao Nicla,

mi chiamo Cristina. Ho deciso di scriverti questa mail dopo aver sbirciato con molto interesse il tuo sito.

Devi sapere che io ho 42 anni e da quando ne avevo 6 sono affetta da artrite reumatoide/psoriasica che mi ha portato a fare 7 interventi ad un ginocchio compresa una artroprotesi totale all’età di 27 anni. La mia vita è stata condizionata pesantemente da tutti i farmaci che ho dovuto prendere e dalle terapie che ho dovuto fare. Immagina la mia vita di bambina dentro e fuori dagli ospedali con una gamba ingessata, punture e pastiglie e le mie amiche che invece potevano correre e giocare tranquillamente.

Arrivo da una famiglia di origine contadina, per cui in casa latte e derivati si mangiavano tranquillamente tutti i giorni. In quegli anni chi si sarebbe immaginato che  la mia malattia era proprio scatenata da questi. Con gli anni, ascoltando le reazioni del mio corpo, ho eliminato i latticini e ho cominciato a documentarmi su quello che pensavo essere una alimentazione corretta per gli esseri umani. Un po’ alla volta mi sono avvicinata ad un’alimentazione vegetariana/macrobiotica ma non trovavo degli enormi benefici e quindi ritornavo sui miei passi.

In concomitanza con l’uscita di The China Study ho conosciuto un naturopata esperto di macrobiotica e medicina tradizionale cinese. Dopo aver discusso con lui del libro di Campbell, che indubbiamente approva, mi ha proposto di seguire una alimentazione vegana e mi ha insegnato ad utilizzare come rimedi per la mia salute gli alimenti.

Io, fino ad allora, ero costretta a farmi una puntura a settimana di un farmaco biologico per poter star bene. Ho sospeso questi farmaci solo durante le gravidanze delle mie due bimbe.

Ora, a distanza di un anno e mezzo, penso che ad averlo saputo prima mi sarei risparmiata una buona dose di medicine e terapie.

Ho perso 10 kg e da settembre 2012 al 19 febbraio 2013 ho fatto 4 punture di quelle che dovevo fare ogni settimana. Da febbraio ad oggi non ne ho più fatte. Le mie articolazioni sono perfettamente funzionanti e il mio livello di energia direi che non è mai stato migliore.

Ho coinvolto nella mia scelta anche mio marito, le bimbe, i miei genitori , mio fratello e mia cognata e i loro figli. I risultati si vedono. Mio fratello aveva una gastrite cronica che ora non ha più. Le mie bambine stanno bene e non hanno i tipici disturbi dei bambini della loro età.

L’unica cosa “difficile” è quando si va a mangiare fuori e cominci a dire che non mangi carne, pesce, uova, latte e derivati e i ristoratori non sanno cosa proporti. Con un mio amico che ha una un bar con pausa pranzo, ho cominciato a fargli conoscere alcuni piatti vegani/vegetariani da proporre e direi che riscuotono anche un discreto successo.

A quelli che ci chiedono come mai abbiamo scelto uno stile di vita così “estremo”, alcuni pensano che facciamo parte di una setta, rispondo parlando della mia esperienza e poi snocciolo tutte le ricerche del dott. Campbell e indico il suo libro come fonte sicura di informazioni.

Cosa dire, la mia strada è ancora lunga ma dopo aver sperimentato di persona quanto sia vero che la nostra alimentazione corretta è quella indicata dal dott. Campbell credo proprio che continuerò su questa strada e a tutti quelli che me lo chiederanno spiegherò quanto sia importante.

Un abbraccio e un  grazie per il lavoro che fai  con BE4EAT.

Ciao

Cristina

Dicono di noi